#LaPillola50

AIED_Cover_LaPillola50
10 marzo 1971 – 10 marzo 2021

Il 10 marzo 1971, grazie ad un’azione politica con esplicita valenza di disobbedienza civile, AIED ha ottenuto, l’abrogazione da parte della Corte Costituzionale dell’art. 553 del Codice Penale che vietava la contraccezione in Italia. È così che in quegli anni è riconosciuta anche nel nostro Paese e può essere finalmente commercializzata come mezzo contraccettivo la pillola anticoncezionale, che rende le donne per la prima volta nella storia dell’umanità padrone del proprio corpo e della propria sessualità, indipendenti dalla volontà dei loro compagni, fidanzati, mariti. Il paese sta cambiando. I mutamenti più significativi avvengono, sia pure in modo disomogeneo, nei comportamenti della popolazione femminile. Sono le madri, le nonne, le parenti anziane, all’apparenza immutabili custodi della tradizione, che invitano la generazione che diventa adulta negli anni Cinquanta e Sessanta a non ripercorrere la loro stessa strada, a mettere in discussione ruoli e comportamenti tradizionali, a ricercare l’autonomia economica e a non fare troppi figli.

Grazie alla lotta politica dell’AIED, le ragazze di oggi sono libere di scegliere e di amare.

AIED_manifesto_LaPillola50

Anni ’70. AIED è sempre in prima linea, a lottare per le nostre libertà.

Un decennio di riforme e di affermazione del diritto che hanno cambiato l’Italia rendendola più moderna e più civile.

AIED_Foto1971_LaPillola50

  • 1970 – Legge sul divorzio
  • 1971 – Abrogazione dell’articolo 553 C.P.
  • 1972 – Legge sull’obiezione di coscienza al servizio militare
  • 1974 – Referendum per l’abrogazione della legge sul divorzio (divorzio confermato)
  • 1975 – Riforma del diritto di famiglia passaggio: passaggio dalla patria potestà alla potestà genitoriale (pari doveri e dignità tra padre e madre)
  • 1975 – Legge istitutiva dei consultori familiari pubblici
  • 1975 – Voto ai diciottenni
  • 1978 – Legge “Basaglia” abolizione dei manicomi
  • 1978 – Legge 194 legalizzazione dell’aborto
  • 1980 – Referendum abrogativo sull’aborto (conferma della legge)

E nel 1973, un fotoromanzo per sensibilizzare l’Italia: il “Segreto” di Paola Pitagora.

Per rendere accessibile l’informazione contraccettiva anche ai settori della popolazione femminile tradizionalmente tagliati fuori dai canali d’informazione, AIED promuove nel 1973 -74 un’originale campagna di sensibilizzazione su “Grand Hotel” attraverso una serie di fotoromanzi «di servizio». È il primo materiale italiano di pedagogia civile, studiato per un pubblico poco acculturato.

AIED_Fotoromanzo_LaPillola50

AIED oggi. Come prima, e più di prima.

L’impegno di AIED non si ferma. Oggi AIED con i consultori riempie il vuoto informativo e sanitario delle istituzioni pubbliche, e prosegue quotidianamente il suo impegno al fianco di donne, coppie e giovani che scelgono di vivere in maniera libera e consapevole la propria salute e la propria sessualità.

AIED, Associazione Italiana per l’Educazione Demografica, è stata costituita nel 1953 da un gruppo di personalità del mondo della cultura, giornalisti e scienziati di diversa estrazione politica, ma con una comune ispirazione laica e democratica, con l’obiettivo di diffondere una cultura moderna di pianificazione familiare e di dare la più ampia informazione sui metodi contraccettivi. L’AIED è presente sul territorio italiano con 20 consultori familiari e rappresenta la più antica esperienza privata e laica di assistenza e informazione alla sessualità, alla maternità responsabile e alla salute riproduttiva in Italia.

Le sezioni AIED in Italia: Albenga, Ascoli Piceno, Bari, Bergamo, Bolzano, Genova, L’Aquila, La Spezia, Messina, Mestre, Milano, Napoli, Novara, Pisa, Pordenone, Roma, Sassari, Udine, Verona.

AIED_Footer_Copertina

CLICCA QUI PER LEGGERE GLI ARTICOLI E SEGUIRE LE INTERVISTE